La TAC Cone Beam: immagini più accurate e radiazioni minori

 In News

San Carlo Diagnostic CDTT mette a disposizione dei pazienti la Tac Cone Beam:

l’innovativa tecnica di imagin radiologico che ha rivoluzionato la diagnostica odontoiatrica e maxillo facciale, assicurando immagini di qualità superiori e una notevole riduzione della dose di radiazioni rispetto ai sistemi TAC tradizionali.

T.C. Cone Beam permette inoltre l’esportazione dei dati in formato cd rom per successive elaborazioni e una più precisa pianificazione delle procedure chirurgiche.

È l’esame gold standard per la diagnosi e la pianificazione dei trattamenti in ambito odontoiatrico, sulle articolazioni temporo-mandibolari, i seni paranasali e le strutture ossee dell’orecchio. Sempre più importante, e spesso indispensabile, per diverse tipologie di impiego:

  • In implantologia:
    è la sola indagine radiologica che consente di conoscere con esattezza non solo l’altezza, ma anche la quantità di osso a disposizione per l’inserimento degli impianti dentali.
  • In ortodonzia:
    consente una migliore programmazione clinica offrendo una visione più accurata rispetto alla tradizionale radiografia bidimensionale.
  • In ogni patologia odontoiatrica
    in cui la perfetta conoscenza dei tessuti è indispensabile per il successo della terapia.
    L’elevato dettaglio della visione tridimensionale consente la perfetta diagnosi di patologie paradontali e di tutte le comuni malattie del cavo orale.
  • Per l’individuazione di fistole e sinusite mascellare
  • In ambito otorinolaringoiatrico:
    per la patologia dei seni paranasali, delle fosse nasali, dell’osso temporale e dell’orecchio.

QUALI SONO I VANTAGGI?

  • Ridotta quantità di radiazioni:
    l’esame garantisce un’esposizione ai raggi X inferiore di 23 volte rispetto alla T.A.C.convenzionale.
  • Rapidità ed esecuzione confortevole:
    l’esame può essere eseguito sia in piedi che in posizione seduta in soli circa circa 40 secondi e, grazie alla struttura “aperta” dell’apparecchiatura, non risulta opprimente anche in caso di pazienti claustrofobici o ansiosi.
  • In un’unica scansione è possibile ricostruire entrambe le arcate mascellari, senza dover ricorrere ad esami aggiuntivi e ulteriori costi.
Post recenti